Home Ciclismo urbano Muoversi con un monopattino in città

Muoversi con un monopattino in città

di Redazione
Monopattino pieghevole, foto Mearth Technology

Sembrava essere una delle tante mode passeggere e invece muoversi con un monopattino in città sta diventando la scelta di un numero sempre crescente di persone. I motivi sono tanti: comodità, risparmio sui carburanti, affollamento ridotto sui mezzi di trasporto pubblici.

Questo pratico mezzo di trasporto permette infatti di percorrere distanze che a piedi, specialmente in inverno, non si  farebbero. Il tutto a fronte di maggiore sicurezza e di tempi persino ridotti rispetto ad altri mezzi di trasporto. Che tu decida di noleggiare un monopattino o di acquistarlo per muoverti in città, vediamo i pro e le regole di questa vera e propria rivoluzione urbana.

A fare da apripista all’utilizzo del monopattino per muoversi in città, il bike sharing. Una svolta green nella mobilità urbana che ha dimostrato agli italiani come sia possibile spostarsi nei confini cittadini con mezzi leggeri, ecologici e facili da reperire. Il monopattino rappresenta quindi un’evoluzione di questo sistema di trasporti. Ancora più leggero rispetto a una bicicletta, il monopattino elettrico si presta perfettamente a spostamenti rapidi senza tutte le implicazioni del traffico e del sovraffollamento dei mezzi pubblici di trasporto.

La trazione elettrica riduce al minimo lo sforzo fisico – basta stare in piedi – e la leggerezza del mezzo permette una guida fluida e morbida. Perfetto quindi sia per i tragitti pianeggianti sia per piccole commissioni che richiedano anche dei carichi leggeri: fare la spesa, ritirare un pacco, raggiungere il proprio luogo di lavoro. Naturalmente, trattandosi di un mezzo di trasporto che viaggia su strada, esistono alcune regole di sicurezza da rispettare.

Regole della strada per il monopattino

La legge 28/2/2020 n. 8 ha integrato il Codice della Strada con alcune disposizioni riguardanti l’impiego del monopattino in città, che si tratti di un mezzo a noleggio o di proprietà. Cominciamo dai requisiti. Il monopattino può essere portato senza patente o altra licenza di guida a partire dai 14 anni di età.

L’obbligo del casco è previsto solo per i conducenti minorenni e, in caso di monopattino di proprietà, non è obbligatoria l’assicurazione RCA. Da segnalare anche i limiti di velocità. Su strada non bisogna superare i 25 km/h, mentre in area pedonale urbana il limite scende a 6 km/h. Vietata la circolazione sul marciapiede e su spazi riservati ai soli pedoni o altri veicoli.

Noleggiare un monopattino: i vantaggi

Come detto, un importante vantaggio di questa rivoluzione urbana è la possibilità di noleggiare un monopattino all’occorrenza. Un modo ecologico, pratico e – da non sottovalutare – economico per muoversi in città. Al pari dei servizi di bike sharing ormai diffusi in tutti i grandi centri urbani, esistono anche postazioni di noleggio per monopattini elettrici. L’offerta, naturalmente, varia in base alla città e alla presenza sul territorio. Fra i servizi già avviati, quelli offerti da piattaforme come:

  • Lime: app dalla quale prenotare il proprio mezzo con una tariffa fissa per lo sblocco del mezzo e un canone in base ai minuti trascorsi
  • Elerent: gestisce il noleggio anche in città europee. Perfetto, quindi, se si è in vacanza e si vuole visitare una città in poco tempo e senza rinchiudersi in metro o autobus
  • Mobike: già presente in oltre 200 città, permette di noleggiare un monopattino con tariffe orarie, variabili in base al mezzo e alla zona.

Parliamo un po’ di prezzi del noleggio del monopattino. In generale, se si progetta di sfruttare molto questo mezzo è più conveniente sottoscrivere un abbonamento mensile piuttosto che pagare le singole corse. Specialmente nel caso di servizi di noleggio ancora in rodaggio sul mercato. I servizi di noleggio offrono anche delle tariffe fisse giornaliere che vanno dai 20 ai 30 euro.

Ad ogni modo, la vera convenienza sta nell’abitudine. Se infatti al noleggio di un monopattino per muoversi in città si accompagna l’abitudine di lasciare il proprio veicolo in garage (o addirittura di non acquistarne uno nuovo), è chiaro che il risparmio sarà significativo. Il tragitto casa-lavoro assumerà un costo irrisorio se si rinuncia ad abbonamento ai mezzi di trasporto, benzina o costo del parcheggio.

Acquistare un monopattino

Se sei già convinto di utilizzare il monopattino nei tuoi spostamenti quotidiani, investi nella mobilità ecosostenibile e acquistane uno. In commercio esistono moltissimi modelli testati, dalle giuste garanzie di sicurezza a partire, per esempio, dalla velocità massima di 25 km/h. Puoi trovarne diversi in questa guida.

Un buon modello che sia stabile, dotato di una batteria a lunga durata e maneggevole costa qualche centinaio di euro. Se questo ti spaventa, calcola però il risparmio che ne ricaverai in termini di carburante, assicurazione, parcheggio e riparazioni. Il consiglio per chi voglia cominciare a muoversi in città con un monopattino è: inizia con il noleggio per testarne la comodità. Siamo sicuri che in poco tempo correrai ad acquistarne uno.

📌 Salva su Pinterest

Altri post che potrebbero interessarti

Lascia un commento

* Quando lasci un commento autorizzi Girly Bike a gestire i tuoi dati secondo quanto previsto dal GDPR

Questo sito internet utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Conferma se sei d'accordo o leggi come vengono utilizzati i tuoi dati. Accetto Privacy & Cookies Policy